È peggio non avere un sito internet o avere un sito brutto?

È peggio non avere un sito internet o avere un sito brutto?

Tante volte, ma proprio tante, è capitato a chiunque di visitare il sito internet di un’azienda o di un professionista e restare sorpresi (o forse anche allibiti) nello scoprire quanto fosse incredibilmente BRUTTO!

Di solito, dopo avere superato quella fase tra incredulità e la sorpresa, sorge spontanea la fatidica domanda ma è peggio non avere un sito web o avere un sito brutto?

La risposta non è semplice. Ma in questa sede, cercheremo di liberare la mente e dare una risposta concreta. Facciamo un bel respiro e cerchiamo di soppesare i pro e i contro.

La situazione è la seguente: siamo nel 2016, internet è il canale assolutamente fondamentale della comunicazione globale. Possiamo quindi partire dalle seguenti considerazioni:

  • non avere un sito web mette in dubbio l’esistenza stessa di una azienda;
  • senza un sito internet non è possibile comunicare ai potenziali clienti chi si è e cosa si fa;
  • senza un sito web i potenziali clienti potrebbero fare fatica a trovare persino il modo per contattarci.

Sembra evidente quindi che per un’azienda o per un professionista non avere un sito internet è molto grave.

E nel caso in cui il sito invece esista ma sia semplicemente brutto e scadente?

I vantaggi rispetto all’eventualità di non avere un sito web:

  • se un potenziale cliente cerca il numero di telefono o l’email, li trova;
  • in qualche modo il mondo sa che esistiamo.

E gli svantaggi?

  • Un sito obsoleto e brutto trasmette un’immagine negativa e non convincerà mai un potenziale cliente a diventare un cliente effettivo;
  • un sito brutto potrebbe essere in grado di sterilizzare qualsiasi investimento in pubblicità o in marketing, con la conseguenza di aver sprecato tanto denaro per non ottenere nulla;
  • indubbiamente, anche se il sito in questione è costato poco, è stato comunque un pessimo investimento.

È dunque molto probabile che un sito internet brutto e scadente possa trasformarsi da opportunità di business in costo! Come si può quantificare il denaro perso per la mancata trasformazione dei contatti in clienti, per la comunicazione di una immagine negativa dell’azienda, per la sterilizzazione delle attività promozionali e di marketing?!
Non dimentichiamo che il sito web rappresenta l’azienda nel fondamentale canale della comunicazione globale, internet. Per cui, quando il sito è scadente, agli occhi di chi guarda, anche l’azienda è scadente.

Per riassumere… sì, forse è meglio non avere un sito web che avere un sito brutto! Perché ci sono cose che o si fanno bene o non si fanno! O scegliamo di investire in un sito web bellissimo, per trasformare i nostri contatti in clienti, per fidelizzare la clientela, per trasmettere al mondo un’immagine positiva, dinamica ed accattivante oppure, se vogliamo risparmiare, forse è meglio spendere quel denaro per qualcos’altro!